https://www.paua.it/oggettivita-di-una-valutazione

Ansia!
Più della doppia spunta di Whatsup, più dell’ansia per l’ (attesa della 5°) esondazione del Seveso, più dell’ oddio son in ritardo con la revisione del trerruote, ultimamente mi rimane l’ansia da valutazione. Ogni giorno assegno di voti, come se fossi un maestro col registro in mano. Peccato che non abbia davanti ne’ giovani fanciulli, ne’ una cattedra. In quel voto c’è tutta la storia di una realtà aziendale e la sua (probabile) prospettiva commerciale.

Valuto continuamente realtà aziendali al fine di capire se effettivamente sussistano i termini per (lecitamente) attendersi un default preannunciato entro i 3 o i 6 mesi. La base di partenza è univoca, il risultato finale rimane sempre nell’alveo del congruo e spesso inesplorato per ovvi motivi legali.

Anche “tritando” qualche centinaia di numeri, report e statistiche, non posso dire che l’ansia da valutazione si trasformi in ansia da non adesione alla realtà. Perchè quindi, se l’input è corretto, risulta (teoricamente) discordante? Come posso ex-ante aprire – o meno – alla possibilità di un evento negativo? Cosa posso fare per migliorare la qualità della valutazione oggettiva?

A) Ampliare la scala
Assegnare i voti da 0 a 10, utilizzando TUTTA la scala. In classe c’era chi studiava da 3, da 4, da 5. Poi si considerava la sufficienza del 6, 7, 8, 9 e dieci. A scuola non l’ho mai visto !

B) Assegnare Certezza
Un livello corrisponde ad un parere determinato e non fraintendibile. Eliminare l’incertezza delle policy sovranazionali. Chi si beccava 3 doveva ricominciare a studiare. Chi zoppicava tra il 5 ed il 6 poteva restare in piedi aumentando l’impegno. Chi arrivava al 7 doveva aspirare all’8 e via dicendo. Lo scopo era arrivare a 10, non a 3!

C) Procedere con oggettività e selettività
Un’anomalia in conservatoria non equivale all’intera cancellazione. Valutare caso per caso e non passare il tempo a correggere l’errore algoritmico della “macchina”.

D) Procedere per volumi
Operare proporzionalmente al volume in questione: se sconfiggere un pugno di mosche con un esercito rendesse validi i primi tre punti si potrebbe pensare di mettere in campo una miriade di eserciti. Certezza vs Spregiudicatezza