https://www.paua.it/si-rischia-molto-quando-non-si-rischia-del-proprio

Ti esponi davvero? Rischio, in cinese, si traduce con due pittogrammi: opportunità + pericolo. Dipende un po’ come la vedi. Prendere una posizione rischiosa (ossia: aperta a soluzioni non prevedibili) mi comporta due stati d’animo: fiducia nel momento della scelta, dubbi dal momento successivo all’esecuzione della stessa. Aspetto poi il senso di libertà per quando non ne subirò più gli effetti.

Parlano parlano, ma poi, in quanti effettivamente decidono di rischiare?
Mi metto a ridere quando penso agli imprenditori che dicono “noi rischiamo tutto” oppure “la banca ci ha strozzato e adesso non ci dà più soldi”.
In quei casi riconosco la sana presunzione di sapersela cavare.
A volte gli va anche bene.

In vacanza (un b&b consigliato da un amico o un albergo in centro con 4 stelle tripadvisor?), nel traffico (la corsia a destra, è sempre la più libera).
Forse troppo spesso abbiamo la fretta di dover giungere ad una conclusione senza aver il tempo necessario per valutare.
Qualche volta, andrebbero prese più a cuor leggero.
E senza Tripadvisor..

Aspettiamo gli eventi?
Ci limitiamo a guardare? Magari a tirar le somme.
Nel frattempo, se decidi prendi una strada.
Almeno, ti togli lo sfizio.

E sarà l’alba del giorno nuovo in Venezuela. O a Milano?